Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Seminario su: Applicazione dei tributi locali nel 2020 Relatore: Avv. Maurizio Fogagnolo 29 gennaio 2020 Sede: Lecco

Iscriviti

Docente:

Avv. Maurizio Fogagnolo  Avvocato specializzato in materia tributaria, con particolare riferimento alla fiscalità locale ed alla gestione del relativo contenzioso tributario.

Obiettivi:

La legge di bilancio 2020 ed i relativi decreti collegati introducono importanti modifiche con riferimento ai termini di applicazione, regolamentazione e riscossione delle entrate locali.L’unificazione di IMU e TASI nella nuova Imposta Municipale Immobiliare costituisce un ulteriore esempio dell’incertezza del quadro normativo delle entrate locali, sempre soggetto a costanti modifiche, che si accompagnano agli effetti determinati dagli interventi giurisprudenziali in materia. Allo stesso modo, le modifiche introdotte in materia di TARI, a seguito in particolare degli interventi dell’ARERA, incideranno sulle modalità di definizione del PEF 2020 e delle tariffe destinate a garantire la copertura dei costi del servizio. In questa situazione di incertezza normativa, accompagnata anche dalle modifiche in tema di riscossione delle entrate locali, un approfondimento normativo e giurisprudenziale appare necessario, per fornire un quadro aggiornato ed operativo delle modifiche intervenute in materia e garantire una corretta conoscenza ed applicazione dei tributi locali da parte dei Comuni. 

Destinatari:

Amministratori (Sindaci, Assessori e Consiglieri), Segretari Comunali e Responsabili/Funzionari del  settore tributi e ragioneria.

Struttura:

mezza giornata / dalle ore 9.00 alle ore 14.00.

Programma:

IMU – TASI 

L’unificazione di IMU e TASI nella nuova Imposta Municipale Immobiliare: termini di applicazione e criticità.

Modalità di applicazione della nuova entrata.

Le modifiche alla normativa regolamentare dei Comuni derivante dalla nuova imposta.

TARI

Termini e modalità di applicazione della TARI nel 2020.

Le linee di indirizzo per la definizione del nuovo metodo tariffario introdotte da ARERA con le deliberazioni n. 303/2019/R/RIF e n. 443/2019/R/RIF.

I termini di efficacia del nuovo metodo tariffario delineato da ARERA.

L’applicazione dei costi standard nella determinazione delle tariffe TARI 2020.

Il Decreto del Ministero dell’Ambiente del 20 aprile 2017, relativo ai criteri per la realizzazione di sistemi di misurazione puntuale dei rifiuti conferiti e la sua incidenza sulle modalità tributarie o corrispettive di applicazione della TARI:

  • tariffa puntuale tributo e tariffa puntuale corrispettiva;
  • le caratteristiche principali della tariffa puntuale corrispettiva.

La bozza di Decreto del Ministero dell’Ambiente sull’assimilazione dei rifiuti ed i suoi riflessi sull’applicazione della TARI alle utenze non domestiche che provvedono al riciclo dei rifiuti prodotti.

LE NOVITÀ NORMATIVE INTRODOTTE DAL D.L. 34/2019, CONVERTITO IN L. 58/2019 (Decreto Crescita).

La maggiorazione della deducibilità dell’IMU dalle imposte sui redditi

La modifica dei termini per la presentazione delle dichiarazioni IMU e TASI

I nuovi termini di efficacia delle deliberazioni regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali

La possibilità di subordinare il rilascio di autorizzazioni e concessioni a favore di attività commerciali o produttive alla verifica della regolarità del pagamento dei tributi locali.

RISCOSSIONE

La riscossione ordinaria e forzata/coattiva delle entrate locali, a fronte dell’immediata esecutività degli avvisi di accertamento e degli atti di riscossione delle entrate patrimoniali emessi dai Comuni.

La riscossione forzata delle entrate locali da parte del Comune e dei concessionari iscritti all’Albo di cui all’art. 53 D.Lgs. 446/1997, a fronte dell’equiparazione alle procedure di riscossione mediante ruolo coattivo e dell’utilizzabilità degli strumenti esecutivi previsti dal Titolo II del D.P.R. 602/1973 (fermo amministrativo; pignoramento diretto presso terzi e pignoramento immobiliare).

Analisi dei termini di decadenza e di prescrizione per l’attività di riscossione adottata direttamente da parte del Comune.

La possibilità per gli Enti locali di acquisire i dati necessari per la riscossione delle proprie entrate e il diritto alla riservatezza dei contribuenti.

La reintroduzione del compenso incentivante a favore del personale dell’Ufficio Tributi: termini e modalità di applicazione. 

La notifica degli atti impositivi e degli avvisi di accertamento a mezzo PEC: procedure e adempimenti da parte dell’Ufficio Tributi.

Sede del seminario:

LECCO: 29 GENNAIO 2020“Sala Arancio  Casa dell'Economia – Camera di Commercio di Como- Lecco", Via Tonale 28/30 – Lecco (disponibilità di parcheggio in sede).

Quote d’iscrizione:

  • Per gli Enti associati ad Upel: la quota per ogni iscritto è di €. 25,00

Per gli Enti che non hanno ancora versato le quote associative pregresse, verrà fatturata la quota come Ente non associato.

  • Per iNON associati ad Upel: la quota per ogni iscritto è di €. 50,00 (+ IVA se dovuta).

Modalità di pagamento:

Il versamento della quota potrà essere effettuato sul c/c bancario UPEL presso UBI BANCA S.p.A. – Via Veneto 2 – Varese (CODICE IBAN IT22Y0311110801000000003091) oppure sul c/c postale n. 19166214 (CODICE IBAN: IT63 U076 0110 8000 0001 9166 214), entrambi intestati a Upel – Via Como n. 40 – 21100 Varese.

Sono integralmente deducibili dal reddito professionale, entro il limite annuo di 10.000 euro, le spese per l’iscrizione a master e a corsi di formazione o di aggiornamento professionale nonché le spese di iscrizione a convegni e congressi, comprese quelle di viaggio e soggiorno.

Per iscriverti:

L'iscrizione al corso è obbligatoria e dovrà essere effettuata esclusivamente ON-LINE. Sul sito di Upel www.upel.va.it, nella home page è pubblicato l'elenco dei "corsi attivi"; cliccando sul link del corso prescelto si accede alla sezione "Formazione" dove è possibile effettuare la registrazione/iscrizione. La registrazione dei dati personali, per l'iscrizione al sito, è obbligatoria e verrà richiesta solo al primo accesso. La conferma dell'avvenuta registrazione sarà comunicata all'indirizzo mail indicato. I dati personali saranno trattati nel rispetto Regolamento generale sulla protezione dei dati 27 aprile 2016, n. 679. Nell'“area riservata”, dopo l'iscrizione online, sarà possibile scaricare la documentazione predisposta dal docente. L'attestato di partecipazione sarà scaricabile al termine del corso e previa verifica, da parte della Segreteria Upel, dell’effettiva presenza allo stesso e dopo la compilazione del questionario di valutazione. 

DISDETTA CORSO

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento, da parte di Upel, dell’“iscrizione” al corso/convegno on-line.  Eventuale disdetta dovrà essere comunicata in forma scritta, inviata tramite fax al n. 0332 1888021 o tramite e-mail all’indirizzo formazione@upel.va.it, almeno 3 giorni prima dell’inizio del convegno. 

Ø  Per coloro che appartengono ad Enti associati

Per EVENTI A PAGAMENTO:

la mancata comunicazione, entro il predetto termine, comporterà l’addebito dei diritti di segreteria pari a 50% della quota di partecipazione dovuta.

Ø Per coloro che appartengono ad Enti non Associati, Professionisti e/o Aziende 

La mancata comunicazione, entro il predetto termine, comporterà l’applicazione del 50% della quota di partecipazione dovuta. 

Per gli importi delle quote di iscrizione (esenti IVA) superiori €. 75,00 verrà addebitata la marca da bollo dell’importo di €. 2,00. Il codice CIG, se previsto, dovrà essere comunicato alla segreteria Upel all’indirizzo mail: upel@upel.va.it

Per ogni ulteriore informazione si prega di contattare la segreteria Upel:0332 287064.