Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

La nuova normativa sismica in Lombardia. Adempimento a carico dei Comuni a seguito della L.R. 33/2015 e della D.G.R. 5001/2016.

A seguito dell’emanazione della L.R.33/2015 ciascun Comune diventa Autorità competente in materia di opere o di costruzioni e relativa vigilanza in zone sismiche.

Rientrano nell’ambito di applicazione i lavori relativi a opere pubbliche o private localizzate nelle zone dichiarate sismiche, comprese le varianti in corso d’opera influenti sulla struttura che introducano modifiche tali da rendere l’opera stessa, in tutto o in parte, strutturalmente diversa dall’originale o che siano in grado di incidere sul comportamento sismico complessivo della stessa

Sono altresì trasferite ai Comuni, singoli o associati, le funzioni della Regione relativamente a Sopraelevazioni, Denuncia lavori, Autorizzazione lavori, Accertamento violazioni, Sospensione dei lavori, Esecuzione d’ufficio, costruzioni in zone sismiche di nuova attribuzione.

L’attività di controllo per i progetti depositati, si svolge mediante apposita istruttoria, volta a verificare la correttezza e completezza della modulistica e della documentazione presentata, con particolare riguardo alla:

  • correttezza della procedura di deposito in relazione all’ambito di intervento;
  • rispondenza e completezza della documentazione presentata rispetto a quanto previsto dall’allegato E “Contenuto minimo della documentazione”;
  • adeguatezza degli approfondimenti e delle verifiche condotte in relazione all’intervento rispetto alle norme tecniche per le costruzioni ed alla pericolosità geologica del sito, nel rispetto delle norme geologiche di piano;
  • congruità delle ipotesi e delle assunzioni progettuali in relazione all’intervento, rispetto alle norme tecniche per le costruzioni (N.T.C. 2008).

Il controllo può essere svolto anche mediante sopralluoghi in cantiere, finalizzati ad accertare la sostanziale rispondenza dei lavori realizzati alla documentazione progettuale.

L’attività si conclude con la comunicazione dell’esito del controllo ai soggetti interessati.

Il Comune diventa pertanto soggetto Responsabile, obbligato ad eseguire i controlli e le verifiche previste dalla normativa al fine di non incorrere in pericolose omissioni, come abbiamo recentemente verificato per l’evento sismico del Centro Italia.

UPEL si propone pertanto di supportare i Comuni nello svolgimento di tale attività con le seguenti prestazioni:

  1. Attività istruttoria con attività da remoto;
  2. Attività di sopralluogo in cantiere;
  3. Attività di controllo a campione così suddivisa:
  • Predisposizione atti per individuazione struttura di controllo distinta da quella che svolge attività istruttoria – Predisposizione regolamento per attività di controllo a campione – Predisposizione di regolamento per il rimborso dei costi sostenuti dal SUE – Predisposizione modulistica endoprocedimentale e di comunicazione avvio procedimento, richiesta integrazioni, certificazione sopraelevazione etc.;
  • Attività di controllo semestrale con predisposizione della necessaria modulistica (una giornata);
  • Risposta periodica a quesiti specifici (compresa nelle attività di cui sopra)

Si precisa che UPEL riserva ai propri servizi agli associati e non svolge attività di consulenza ma di supporto formativo ai funzionari.