Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

IL FONDO DELLE RISORSE DECENTRATE DALLA COSTITUZIONE ALLA “SANATORIA” IN BASE AL D.L. 16/2014

Gli effetti dei controlli ispettivi della Ragioneria generale dello Stato iniziano a farsi sentire pesantemente nella gestione del personale degli enti locali. Se fino a poco tempo fa, la crescente severità normativa poteva apparire come un problema accademico, nell’ultimo anno ha subito una forte accelerazione e i casi si stanno moltiplicando da Nord a Sud.

La norma sanziona l’inserimento di risorse con la responsabilità amministrativa e l’illegittimità delle clausole con la nullità delle stesse che, a sua volta, configura un’ulteriore fattispecie di danno erariale.

Il problema si amplifica in quanto il periodo verificato non si limita ad una sola annualità ma interessa tutte le irregolarità non ancora prescritte.

Ciò premesso UPEL offre un servizio di supporto che si propone di analizzare il fondo delle risorse decentrate degli enti locali. L’attività, che viene svolta in back-office, prende in esame le varie voci di costituzione del fondo che nel tempo si sono succedute e le modalità di erogazione del salario accessorio sulla base della contrattazione integrativa decentrata.

Il servizio si conclude con una relazione finale, in cui si evidenzieranno le criticità riscontrate, tenendo in considerazione l’impatto dell’art. 4 del d.l. 16/2014.

A livello generale, queste le analisi che verranno effettuate:

Procedura

  • Analisi delle procedure adottate dall’ente per la stipula dei contratti normativa e degli accordi economici

La costituzione dei fondi dall’anno 2004

  • Il rispetto degli incrementi contrattuali
  • Il rispetto dei vincoli finanziari
  • Il limite del fondo rispetto all’anno 2010;
  • Le modalità di riduzione del fondo per i dipendenti cessati dal 2011.

La ripartizione dei fondi

  • Il rispetto delle norme contrattuali
  • Analisi dei principali elementi di erogazione del fondo
  • Verifica delle modalità di erogazione degli incentivi
  • Criticità riscontrata alla luce della giurisprudenza della Corte dei conti

Si precisa che UPEL riserva ai propri servizi agli associati e non svolge attività di consulenza ma di supporto formativo ai funzionari.